PERFORMANCE

FREE FALL (ANTEPRIMA) / KICK THE BUCKET

SHORT TIME

Compagnia Milan Tomášik

FREE FALL (ANTEPRIMA)
Coreografia e regia MILAN TOMÁŠIK
danzatori Alessandro Sollima, Tina Valentan, Tina Breiová, Spela Vodeb e Milan Tomášik

Concepito come libero, non misurato o scandito da una struttura esterna, il ritmo scaturisce dal corpo dei danzatori in scena attraverso il respiro, il tono muscolare, la tensione, il rilassamento. Mettendo in relazione i fattori ‘tensione muscolare’ e ‘velocità’ ai loro livelli più estremi, ci si è resi conto che il corpo offre un materiale nuovo, estremamente comunicativo ed indirettamente collegato a delle emozioni. In questo modo si è creato un linguaggio di movimento, una composizione interna del corpo assolutamente autonoma che scandisce l’intero andamento della performance.
Il linguaggio viene esplorato principalmente attraverso la tecnica dell’improvvisazione, sia in fase di studio che successivamente in scena. Questa tecnica non è intesa come libertà assoluta ma piuttosto come uno strumento coreografico atto a raggiungere uno specifico risultato: la continua comunicazione tra i danzatori e la loro relazione con il pubblico. L’improvvisazione inoltre rende ogni performance unica: anche se non in modo significativo, la percezione di ogni spettacolo può essere sempre nuova e sorprendente.

————————

ZfinMalta Dance Ensemble

KICK THE BUCKET
coreografie: Iván Pérez Avilés
danzatori: Mavin Khoo, Gabin Corredor
compositore: Aaron Martin
costumi: Carlijn Petermeijer
disegno luci: Peter Lemmens
scene: Ivan Perez
testi: Eckhart Tolle
répétiteur: Christopher Tandy
direttore prove: Nico Monaco/Samuel Guist
sartoria: Elisabeth Kinn Svensson

L’uomo è consapevole della propria esistenza? Siamo forti e abbastanza sensibili per ottenere il massimo dalla vita? Kick The Bucket (frase idiomatica traducibile con “Tirare le cuoia”) è un duetto pieno di emozioni estreme, con un taglio più positivo rispetto al significato idiomatico del titolo . Non si parla della morte, bensì del fatto che forse si vive realmente solo quando – in senso figurato – si muore. La prima di Kick the Bucket è stata realizzata per il Korzo Theater (The Hague).