OB/SOL.um

anno 2002 durata 55'
coreografia e regia Roberto Zappalà
musica Steve Reich (remixed), Gianluigi Trovesi, Nello Toscano, Junkie XL, Aphex Twin
interprete roberto zappalà
con la collaborazione di linda magnifico
sceneggiatura e layout video-grafico giuseppe parito
videoediting e video noise ethical bros
scene e costumi roberto zappalà
testi raffaele marmo
disegno luci marco policastro
ingegnere del suono gaetano leonardi
 
una coproduzione compagnia zappalà danza-Reggio Emilia Danza-Scenario Pubblico
Prima assoluta: 15/16 giugno Reggio Emilia Danza Festival
 
Il solo-performance OB/SOL.um di Roberto Zappalà è ispirato ad un libro/conversazione dello scomparso scrittore e giornalista Enzo Aprea, costretto su una sedia a rotelle in seguito all’amputazione di gambe e braccia, conseguenza del rarissimo “morbo di Buerger”.
Il corpo mutilato è il tema centrale della performance, che articolandosi in più quadri, cerca di esplorare e dare un senso alle numerose contraddizioni che caratterizzano il comportamento sociale rispetto ai nuovi orientamenti culturali e tecnologici in tema di “corpo” e alle sue modificazioni, in una realtà dove la seduzione, nella sua accezione più comune come anche in senso più lato, stabilisce e connota i rapporti di potere, tra persone, tra cose e tra loro stesse in modo reciproco.Il tema inoltre ha offerto lo spunto per una riflessione sulla danza stessa, sui suoi linguaggi e sulle sue inconsapevoli discriminazioni.
 
OB/SOL.um -contrariamente a quello che il titolo potrebbe suggerire- è uno spettacolo profondamente vitale. Esso trova la sua energia in quel sentimento di riscatto che muove verso la necessità ed il desiderio di emanciparsi da ogni condizione che genera disagio. “L’insolente” coreografo, anche se coadiuvato dalla danzatrice Sonia Condorelli , si troverà solo nel dare forma e movimento alle proprie pulsioni dinamiche; tuttavia, la compagnia ha partecipato alla messa in “opera” del progetto, ed è “virtualmente” presente sulla scena, protagonista del video che funge da scenografia e cornice narrativa dell’intera performance.