RIFARE BACH

anno 2019 durata 20'

creazione per 2, 4 o 5 danzatori

 

coreografia Roberto Zappalà

musica Johann Sebastian Bach

costumi e luci Roberto Zappalà / realizzazione costumi Debora Privitera

 

Questa creazione nasce dall’amore artistico che Roberto Zappalà nutre da sempre per il grande compositore.

Nessun tipo di drammaturgia, nessun tipo di ragionamento intellettuale, soltanto una stretta relazione tra musica e danza, d’altronde Zappalà ha fatto proprio il pensiero di Charles Baudelaire: “Glorificare il culto dell’immagine e dell’estetica è il mio obiettivo ancor prima che il significato”.

Molti anni sono trascorsi da quando Roberto Zappalà si è confrontato con una creazione priva di una forte drammaturgia spesso legata al sociale, l’occasione si è venuta a creare ragionando sul fatto che molte produzioni (quali ad esempio Silent as, Patria, Naufragio con Spettatore) erano accomunate dal fatto di avere nella colonna sonora alcuni brani di Bach.

La creazione avrà un percorso articolato in tre diversi momenti di danza: DUET, QUARTET e QUINTET. Il progetto prende spunto anche dalle diverse versioni che sono state realizzate e (rifatte) nel tempo, da qui nasce il titolo RIFARE BACH. Le musiche che saranno utilizzate per Quartet sono estratti dalla versione eseguita da Ramin Bahrami – grande pianista classico – e Danilo Rea – altrettanto talentuoso pianista jazz – nel disco Bach is in the air.