Seeds (2° Appuntamento 2016)

anno 2016 durata 50'

I danzatori del percorso MoDem presentano, attraverso brevi performances, il risultato della propria ricerca coreografica.
Durante il processo creativo, i protagonisti di queste serate hanno potuto sperimentare linguaggi diversi ispirati al percorso intrapreso appunto con Modem (codici gestuali della Compagnia Zappalà Danza), inoltre hanno avuto l’opportunità di confrontarsi nei diversi ruoli di interprete, ideatore e occhio esterno.

coordinamento: Enrico Musmeci

ingresso unico 2,5 euro – la prenotazione decade mezz’ora prima dello spettacolo

NAKED CITY
Sonia Di Stefano / OE: Martina Auddino
danzatrici: Elena Zagaroli, Ludovica Messina, Roberta Ceppaglia, Erika Boschiroli, Št?pána Mancová, Amanda Nabialczyk, Camila Kynskowo
Dal paese alla città. Il peso e l’incanto della tradizione incontrano la frenesia e il fascino della modernità, in un viaggio lungo 60 km tra due mondi estremamente lontani di un’unica società.

KLOCSPEL
Francesca Dibiase / OE: Luigi Luna
danzatrici: Francesca Conte, Cornelia Savva, Luana Battistelli, Martina Auddino, Carla Sabatino
Ognuno di noi ha un carillon dentro di se che non ha mai smesso di suonare. L’incantevole ballerina custodita all’interno del suo scrigno prezioso è mossa da ingranaggi oleati. Può tutto ciò essere paragonato alla naturale coscienza dell’uomo?

HAIKU
Michela Cotterchio / OE: Roberta Ceppaglia
danzatrice: Valeria Grasso
L’Haiku rivela uno specchio vuoto. Si inscrive nello spazio senza simbolizzare nulla, e senza la pretesa di avere un significato. È un’immagine opaca, priva di riflessi. Toccherò l’essenziale: “le cose umane”. Ogni cosa sarà sé stessa e nel contempo qualcos’altro. Commentare un haiku è impossibile. Si può solo dire, in tutta semplicità, qualcosa avviene e basta.

KORAHA
Francesca Conte / OE: Luana Battistelli
danzatrici: Francesca Dibiase e Carla Sabatino
Un deserto materiale, in cui ci si trova a fare i conti con sé stessi.
Un deserto interiore, il vuoto più totale, l’assenza di cognizione del proprio IO. Ma cosa succederebbe se in questo deserto ci fosse un incontro? Un incontro con un altro vuoto. Con un altro essere umano.

SILENT PARTY
Isabella Piazzolla / OE: Marta Greco
danzatrici: Camilla Montesi, Elena Zagaroli e Št?pána Mancová
Se più persone giocano a solitario, potremmo dire che stanno facendo un gioco di gruppo?

25
Magdalena Wojcik / OE: Luigi Luna
danzatrice: Carmen D’Auria
“I cambiamenti sono le uniche cose stabili della nostra vita.”
Per questo non voglio avere paura…

LIAMI
Valeria Grasso / OE: Isabella Piazzolla.
danzatori: Camilla Moltesi, Erika Boschiroli, Danilo Smedile, Luigi Luna, Carla Sabatino
Il canto di lavoro. La fisicità della voce e la “terrosa” fatica del corpo.
I Liami, piante come corde, utilizzati come legaccio, tenuti “a moddu”, in ammollo, resi malleabili, sono immagine metaforica di poetica creatività d’insieme ma anche di tortuoso potere.

SHOW OFF
Marta Greco / OE: Ludovica Messina
danzatori: Luigi Luna, Danilo Smedile, Teresa Gallo, Silvia Oteri
Godere del mettersi in mostra davanti agli altri, sentirsi belli e migiori fino ad arrivare all’esasperazione di ciò che sei. Ma non basta, ti senti sparire tra le persone che ti circondano. E allora capisci che conviene unirsi agli altri per sentirsi e dare il meglio.
AddThis Sharing Buttons
Share to Facebook