in abbonamento

Future Man

Coreografia Mauro Astolfi
Interpreti  Riccardo Ciarpella, Lorenzo Capozzi, Linda Cordero, Maria Cossu, Mario Laterza, Giuliana Mele, Mateo Mirdita, Caterina Politi, Aurora Stretti
Ideazione costumi Mario Laterza
luci Marco Policastro
Musiche AAVV

Una produzione Spellbound con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con Fuori Programma Festival.

 Zak si presenta.
Parla di sé come uomo del futuro, uomo finalmente libero da tutti i morsi e le conseguenze del passato, un passato che non può più toccarlo, non può ferirlo. Con la sua t shirt tra le mani spiega che per lui rimuovere le esperienze del passato è diventato facile come asciugarsi il sudore con quella t shirt. Dice che a breve condividerà questa esperienza, questa performance con dei suoi amici…ma si corregge subito ..spiega che forse a lui non interessa neanche il presente, non ama la parola esperienza, come sapesse già di passato, lui pensa di amare e di voler vivere solo nel futuro. 

“FUTURE MAN è  una tipologia di uomo proiettato sempre su qualcosa che potrebbe accadere,  un uomo che potrebbe indurre tenerezza con la sua apparente fermezza, con la sua idea di controllo. L’uomo che vive pensando che, gestendo il presente con distacco e rifiutando il passato, avrà sicuramente un momento ottimale e migliore in futuro. FUTURE MAN scopre che il passato è sempre li, lo incatena nella mente, lo blocca in una sedia a sistemare le sue cose in una spasmodica ricerca di un ordine delle cose esterne. Un uomo che non approfondisce, che celebra l’ordinario per paura del futuro dove pensa di voler vivere.” Mauro Astolfi