Daniele Ninarello & Dan Kinzelman + Loris Petrillo

DANIELE NINARELLO dopo aver frequentato la Rotterdam Dance Academy, danza con coreografi tra cui Virgilio Sieni e Sidi Larbi Cherkaoui. Dal 2007 porta avanti la propria ricerca coreografica e di movimento e presenta le sue creazioni nei festival italiani ed internazionali. E’ stato sostenuto dal Network Anticorpi XL , Torino Danza, Fondazione Piemonte dal Vivo e da Mosaico Danza grazie al quale è selezionato per il festival Les Reperages (2011) e per il progetto internazionale Dance Roads ( 2012). Finalista al Premio Equilibrio Roma (2011 e 2013). “Man Size” e “Non(leg)azioni” sono stati selezionati dal CDC-Les Hivernales Avignon (2011) . Nel 2013 “Rock Rose WoW” riceve il sostegno di Movin’ Up 2012 II e vince “Teatri del Tempo Presente” promosso da Fondazione LIVE-Piemonte Dal Vivo e MiBACT. “L.A.N.D. Where is my love” (2014) riceve il PREMIO PRODUTTIVO COLLABORACTION#2 a sostegno dei giovani coreografi, promosso dalla rete ANTICORPI XL. “Kudoku” in collaborazione con il musicista Dan Kinzelman debutta alla BIENNALE DANZA di Venezia 2016 ed è tra i progetti selezionati per AEROWAVES TWENTY17. La nuova creazione STILL ha debuttato al Festival Interplay di Torino il 25 maggio 2017. STILL è’ vincitrice del Premio Prospettiva Danza 2016 e del Bando ORA! linguaggi contemporanei _ produzioni innovative” della Compagnia di SanPaolo.
.

DAN KINZELMAN nato e cresciuto negli Stati Uniti, vive in Italia dal 2005. Si è imposto rapidamente sulla scena italiana, entrando nella band di Enrico Rava, dove ha lavorato come solista, arrangiatore e direttore musicale, collaborando con talenti emergenti della propria generazione come Giovanni Guidi, Simone Graziano e William Tatge. Il suo lavoro è caratterizzato da una vena fortemente irriverente, che mescola una profonda conoscenza della storia del jazz con un vorace appetito per il rischio e l’esplorazione sonora. Le sue band hanno suonato nei più importanti festival in Europa e negli USA (Umbria Jazz Treibhaus, Ausland,Jazz Festival di Novi Sad,Jazz in Bess, Skylark Chicago,Juttutupa ).


LORIS PETRILLO

Nato in Emilia Romagna, Loris Petrillo si forma nella danza classica e contemporanea tra l’Italia e la Francia. Trasferitosi a Parigi nel 1981, studia presso il Conservatoire Regionale e l’Academie Internationale diretti da Dan Moisev. Nello stesso anno danza per la produzione cinematografica “E la nave va” con la regia di Federico Fellini, dove ha l’opportunità di conoscere Pina Bausch, anche lei presente nel cast. Molto rilevante per la sua formazione di danzatore è l’incontro con Dan che gli permette di avviare da giovanissimo una importante carriera da primo ballerino e solista.
Mentre è ancora in Francia inizia a lavorare nella prima formazione storica del Balletto di Toscana in Italia. La sua carriera prosegue poi per molti anni all’estero, tra il Belgio al Ballet Royale de Wallonie, la Svizzera allo Stadttheatre di Berna e la Svezia al Goteborgs Operan Ballet.

Nella sua lunga carriera ha collaborato tra i tanti con Anton Lacky, Edivaldo Ernesto, Lali Ayguade Farro, Peter Jasko, Roberto Zappalà, Gabriella Maiorino, Robert North, Hans Van Manen, Fernando Alonso, Mauro Bigonzetti, Menia Martinez, Jorge Lefebre, Oscar Araiz, Cristina Bozzolini, Michael Mc Kim, Luisa Spinatelli, Laurent Hilaire, Ed Wubbe, Jean Luc Leguai, Julio Bocca, Noella Pontois, Nils Christie, Federico Fellini, Joseph Roussillo, Gianfranco Paoluzzi, Fernando Bujones, Eugen Poliakov, Giorgio Gaslini, Giuseppe Calì, Stick and String Quartett, Carlo Boccadoro, Marco Schiavoni, Virgilio Sieni.

A conclusione della sua ricca carriera, torna in Italia dove viene invitato a coreografare per le migliori compagnie e teatri. I suoi progetti includono Insensato Sproloquio (1992), La Giara (1994) e Underground (1996) per il Teatro Regio di Torino, Romeo e Giulietta (1996/1999) per Compagnia Teatro di Torino (con la quale ha collaborato in qualità di maitre de ballet), Don Chisciotte (1997) per Compagnia Euroballetto, Il Lamento di Prometeo (1998) per Aterballetto, Sprint (1998) per Teatro Sociale di Rovigo, Europa o paure (2000) per Compagnia Contraddanza, Nostradamus – The Dreamy State (2000) per compagnia Astra Roma Ballet.
Nel 2000 fonda la ASPHALT Compagnia Loris Petrillo Danza, rinominata nel 2006 Compagnia Petrillo Danza per la quale crea un ricco repertorio di opere di impegno sociale, politico e culturale. Durante i quindici anni di attività, la sua è stata una delle compagnie più all’avanguardia per la continua evoluzione del suo linguaggio e più stimata ed apprezzata per il forte impatto fisico, per la massima tensione espressiva che la drammaturgia di ognuna delle sue opere portate in scena rivendica e per il modo semplice e diretto con cui Loris Petrillo arriva al pubblico. Grazie all’alta qualità che distingue il suo repertorio, la compagnia ha vantato prestigiose collaborazioni con Teatri e centri coreografici italiani ed esteri.
Oggi tra i coreografi italiani più apprezzati e stimati del panorama internazionale della danza contemporanea, Loris Petrillo trasforma il suo linguaggio in una danza di espressione profonda, sensibile, carnale e umana, una danza di qualità, estranea ai circuiti commerciali e alle logiche del business, una danza impegnata socialmente, culturalmente e politicamente, che irrompe in un contesto sociale in cui troppo poco spazio è concesso a chi ha il coraggio di pensare e la capacità di parlare, sia pure attraverso i corpi.
Per tale ragione, è invitato a coreografare per vari centri coreografici di perfezionamento e formazione professionale, tra cui Modem/Compagnia Zappalà Danza, Aterballetto e Opus Ballet, per cui ha firmato le coreografie de “Il Lago dei Cigni” (2012/2013), produzione per 9 danzatori che ha già superato le 50 repliche sia in Italia che all’estero, e Bolero/Gaitè Parisienne (2016), produzione per 8 danzatori uomini che sta riscuotendo notevole successo.
Nell’arco della sua carriera Loris Petrillo ha inoltre ricevuto notevoli riconoscimenti, è stato nominato membro onorario AIDA, socio onorario-esponente di chiara fama dall’ Unione Italiana Scrittori e Artisti Europei, oltre a
ricevere premi per la carriera da Arenzano Danza e Alba sotto le torri.

Da sempre dedito all’attività di docenza, Loris Petrillo ha adottato negli anni un metodo di insegnamento del tutto personale, elaborato e arricchito attraverso un’esperienza pluriennale; un metodo che non si prefigge di insegnare qualcosa di nuovo, bensì di ricordare quanto si è dimenticato, scontrandosi con la difficoltà di riconoscere quanto la natura ha già insegnato.
Questa metodologia fa di Loris Petrillo uno dei migliori docenti di danza contemporanea, ospitato da Aterballetto con cui ha collaborato in qualità di docente di tecniche moderne e laboratorio coreografico, Scenario Pubblico all’interno di MoDem corso di perfezionamento di Compagnia Zappalà Danza, Opus Ballet Centro Coreografico, Ials e altri importanti centri di formazione professionale. Nel 2015 è stato convocato come commissario esterno per gli esami di VIII anno all’Accademia Nazionale di Danza.
Ed è grazie alla validità del suo metodo di insegnamento che molti sono gli allievi che a conclusione di un percorso di perfezionamento da lui condotto hanno intrapreso il lavoro professionale di danzatore nelle più rinomate Compagnie europee.
Dal 2015 collabora con Twain Centro di Produzione Danza Regionale, per la creazione Don Quijote
Powder/Polvere.
Nel 2017 crea Loris Petrillo Program, programmazione didattica annuale che incorpora tutti i principali appuntamenti formativi da lui diretti.
Dopo aver tenuto per 9 anni la direzione di Flounce Up International Contemporary Dance Workshop, dal 2017 è direttore artistico di MATCH International Contemporary Dance Workshop, seminario a cadenza annuale
condotto dallo stesso Loris Petrillo e da docenti-coreografi ospiti di calibro internazionale, che riunisce danzatori provenienti da tutto il mondo.
Organizza inoltre sempre con Twain, Specific Training for Contemporary Dancers, seminario di approfondimento della metodologia di Loris Petrillo per danzatori professionisti e neoprofessionisti; LA MACCHINA EMOTIVA, cuore del suo percorso metodologico per danzatori, e SU.DA.OUT summer dance outdoor workshop.
E’ inoltre direttore di Y.CALL intensive training program for young dancers, workshop a cadenza annuale che, dopo essere subentrato a Flounce Up Begin, è la sezione speciale di MATCH dedicata ai danzatori più giovani.
Gli artisti che negli anni hanno collaborato con Loris Petrillo sono: Nicola Simone Cisternino, Massimiliano Burini, Pino Basile, Sara Sguotti, Adrien Ursulet, Giuseppe Muscarello, Yoris Petrillo, Rosanna Cannito, Adriano Coletta, Rosa Merlino, Luca Zanni, Maria Stella Pitarresi, Paula Romero Raga, Bastien Cambon, Gaetano Badalamenti, Samantha Franchini, Giacomo Milli, Marco Purcaro, Lisa Marini, Pasquale Greco, Lorenzo Schiavo, Sabrina Vicari, Giacomo Severini, Valentina Attanasio, Anna Basti, A. Astudillo Cordova