Nello Calabrò

Nato a Messina nel 1966, vive tra Roccalumera, Catania e Roma.
Laureato al D.A.M.S. di Bologna, con tesi in Storia del cinema : “Il sonoro nel cinema di Sergio Leone”.
Diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
Assistente alla regia nel film “Due Amici”, regia di S. Scimone, F. Sframeli.
Regista di cortometraggi di fiction, e documentari proiettati ai festival di Taormina, Toulouse, Bellaria Pescara, Lipari.
Per il “Parco Letterario Salvatore Quasimodo” ha realizzato l’installazione “La mia siepe è la Sicilia”.
Dal 2001 collabora con la Compagnia Zappalà Danza di Catania come autore dei testi e co/drammaturgo(e regista dei video presenti negli spettacoli). Curatore per la casa editrice Epos di Palermo del saggio dal titolo. “Agata. Semu tutti devoti tutti?” Potenza, Prevaricazione, Perseveranza”.
Ha tenuto lezioni di storia del cinema presso le università di Catania, Cosenza, Reggio Calabria.
“Il giardino e la metropoli; David Lynch e Wong Kar-Way”
“La zona grigia dell’immagine; l’universo concentrazionario nazista tra fiction e documentario.
“La battaglia di Algeri: tra storia e film.”
“La danza, il ballo, il gesto. Frontiere e sconfinamenti, da Fred Astaire a Jim Jarmush”
Autore del testo teatrale “Muraglie”, finalista premio Riccione; prima nazionale 12 agosto 2010 TAORMINA ARTE.
Vincitore, all’unanimità, della menzione speciale della giuria alla prima edizione(2010) del Premio Solinas S.A.C.T. Piloti per serie tv.
Organizza, con l’associazione Jonio Olimpia, a Roccalumera (ME,) il festival nazionale del cortometraggio Jonio in Corto.